Corrispettivi telematici: moratoria sulle sanzioni

E’ arrivata la moratoria sulle sanzioni che concede un ulteriore periodo tempo di 6 MESI per adeguarsi all’invio telematico dei corrispettivi SENZA INCORRERE IN  SANZIONI AMMINISTRATIVE.

La Legge di conversione del D.L. 34/2019 (cd. Decreto Crescita), il cui testo è stato approvato ieri in via definitiva, conferma l’introduzione dell’obbligo di memorizzazione elettronica nonché di trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate dei dati relativi ai corrispettivi giornalieri con decorrenza 1° luglio 2019, per i soggetti che effettuano cessioni di beni in locali aperti al pubblico con un volume d’affari superiore a 400.000 euro.

Il provvedimento introduce importanti novità:

 

  1. L’aspetto sanzionatorio

Moratoria da sanzioni per il periodo che va:

- dal 1° luglio 2019 al 31 dicembre 2019, per gli esercenti con volume d’affari superiore a 400.000 euro;

- dal 1° gennaio 2020 al 30 giugno 2020, per gli esercenti con volume d’affari fino a 400.000 euro.

 

  1. La cadenza della comunicazione

l’invio dei corrispettivi non dovrà essere effettuato per forza con frequenza giornaliera, ma i dati dovranno essere trasmessi telematicamente entro 12 giorni dall'effettuazione dell’operazione.

 

  1. Trasmissioni antecedenti la consegna del registratore telematico

Le chiusure giornaliere effettuate, antecedenti alla consegna del registratore telematico, dovranno essere trasmesse attraverso il portale web dell’Agenzia delle Entrate in una modalità che ancora deve essere definita dall’Agenzia delle Entrate (l’Agenzia dovrà emanare una specifica tecnica a riguardo entro il mese di luglio). Per effettuare questa trasmissione si avranno a disposizione 30 giorni dalla data in cui si è effettuata la chiusura (o comunque al massimo entro i termini per la liquidazione dell’Iva).

 

Leggi tutto...

Piccolo credito alle aziende del Veneto

IL MALTEMPO HA MESSO IN CRISI IL SETTORE DELL’ABBIGLIAMENTO-CALZATURE CON VENDITE IN DIMINUZIONE NELL’ORDINE ANCHE DEL 70%.
IN AIUTO DELLE IMPRESE IN DIFFICOLTA’ CON LE SCADENZE SI MUOVE CONFCOMMERCIO ATTRAVERSO FIDI IMPRESA & TURISMO VENETO: FINANZIAMENTI DA 10 A 40 MILA EURO RIMBORSABILI FINO A 18 MESI AD UN TASSO DEL 3,75%

 

Due mesi. Tanto è durato il maltempo. Con effetti negativi su più di un comparto, non ultimo quello dell’abbigliamento-calzature che, in Veneto, ha registrato vendite in diminuzione nell’ordine del 70%.
“Col risultato – commenta il presidente regionale di Federmoda Confcommercio, Giannino Gabriel – che i nostri negozi sono stati desolatamente vuoti, così come le nostre casse”.
Adesso si spera che, con l’avvento dell’estate meteorologica, che anticipa di una ventina di giorni quella astronomica, il trend cambi.
“Sarà comunque difficile recuperare il terreno perduto – continua Gabriel – ed in ogni caso ci sono le tratte in scadenza che devono essere onorate”.
Per far fronte a questa che, sul piano finanziario, è una vera e propria emergenza, si è dunque mossa Confcommercio che, attraverso Fidi Impresa & Turismo Veneto ha deciso di venire incontro alle aziende alle prese con una liquidità difficile.
Un consiglio di amministrazione straordinario del confidi di Confcommercio, riunitosi questa mattina a Mestre, ha deliberato un intervento immediatamente operativo e che, dalla sua, ha soprattutto tre punti di forza: rapidità, nessuna garanzia reale richiesta, nessun onere accessorio indiretto (il che significa che non è necessario aprire un nuovo conto corrente dedicato).
“Aspetti non banali – sottolinea il presidente di Confcommercio Veneto e di Fidimpresa, Massimo Zanon -  perché spesso sono proprio la burocrazia e gli “oneri accessori” quelli che mettono i bastoni fra le ruote all’operatività delle nostre imprese”.
Ma in che cosa consiste e a chi si rivolge l’intervento di Fidi Impresa & Turismo Veneto?
Innanzitutto il perimetro è quello delle imprese del settore modaaderenti al Sistema Confcommercio. Poi prevede un finanziamento chirografario da 10.000 a 40.000 euro per una durata massima di 18 mesi, comprensiva di un periodo di preammortamento di 6 mesi, con tasso fisso e rata costante. Il tasso (TAN) è del 3,75%.

“Il tasso – conferma Zanon – è decisamente favorevole rispetto a quanto praticato normalmente dalle banche e l’estensione temporale ha il pregio di diluire anche nell’arco di un anno intero gli effetti negativi di una stagione decisamente eccezionale nella sua gravità”.

Operativo sul territorio veneto con le filiali di Belluno, Jesolo, Mestre, Padova, Pordenone, Portogruaro, Treviso, Vicenza e Verona, Fidi Impresa & Turismo Veneto conta oltre 18 mila soci.

 

Leggi tutto...

Servizi

Territorio

Categorie

  • Abbigliamento
  • Antiquari
  • Arredamento
  • Bar e pubblici esercizi
  • Calzature
  • Cartolibrerie
  • Distributori carburante
  • Elettrodomestici
  • Farmacie
  • Macellerie
  • Mobili
  • Oreficerie
  • Ortofrutta
  • Ottica
  • Panifici
  • Ristorazione

Eventi

Ascom Thiene

Sito