EMERGENZA CORONAVIRUS

EMERGENZA CORONAVIRUS

EMERGENZA CORONAVIRUS COVID-19


DPCM 1 MARZO 2020 - INDICAZIONI DEL PREFETTO DI VICENZA PER PUBBLICI ESERCIZI E NEGOZI

In data 3 marzo il Prefetto di Vicenza ha diramato una nota a tutti i Sindaci, Forze dell'Ordine, Associazioni di categoria, Presidente della Provincia, AULSS competenti, nonchè alla Regione Veneto, per richiamare loro l'attenzione sui contenuti del DPCM del 1 marzo 2020, emanato sulla base delle indicazioni formulate dal Comitato tecnico scientifico. Nell'evidenziare le ben note disposizioni, il Prefetto si è soffermato sulle misure di prevenzione igienico sanitarie presso gli esercizi commerciali e pubblici esercizi.

Relativamente alla fruizione delle attività di ristorazione, bar e pub, si ricorda che "il servizio sia espletato per i soli posti a sedere e con una distanza minima tra gli avventori di almeno un metro" : il servizio al banco, pertanto, deve ritenersi sospeso.

A prescindere dal paventato rischio di sanzioni di carattere penale,  il Prefetto, da ultimo, richiama l'importanza di "un'adesione spontanea e condivisa da parte dell'intero territorio alle limitazioni preordinate al contenimento del contagio, al fine di assicurare il miglior contributo al possibile rientro della situazione di emergenza in essere nella consapevolezza che [....] la partita delicatissima del contenimento della diffusione del virus si gioca sul consolidato e tradizionale senso civico delle nostra comunità territoriale e sulla comprensione della necessità di un rispetto spontaneo da parte di tutti, cittadini, operatori ed istituzioni delle regole di comportamento disposte dal Governo".

Sono in corso, da parte degli organi di controlo, verifiche sull'adeguamento alle disposizione emanate.

DECRETO-LEGGE 2 MARZO 2020, N. 9. DISPOSIZIONI IN MATERIA FISCALE E AMMINISTRATIVA

Si riassumono, in una pagina dedicata,  gli interventi di natura fiscale e amministrativa di interesse per le aziende associate, inserite nel DECRETO-LEGGE 2 MARZO 2020, N. 9 (il testo integrale della norma nel link a fondo pagina). VAI ALLA PAGINA DEDICATA

Aggiornamento del 03.03.2020

DECRETO-LEGGE 2 MARZO 2020, N. 9. DISPOSIZIONI IN MATERIA DI WELFARE

Si riassumono, in una pagina dedicata, gli interventi di welfare/lavoro di interesse per le aziende associate, inserite nel DECRETO-LEGGE 2 MARZO 2020, N. 9 (che si riporta integralmente nel link a fondo pagina). - Misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19, pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 53 del 2 marzo 2020. VAI ALLA PAGINA DEDICATA

FORMAZIONE

Si informa che, ai sensi del DPCM 01.03.2020, le attività formative erogate da Esac Formazione e dall'Ente Bilaterale settore terziario della provincia di Vicenza presso il Centro Formazione Esac di Creazzo e nelle aziende associate sono ulteriormente sospese fino a domenica 8 marzo 2020.

Eventuali ulteriori informazioni verranno pubblicate sul sito www.esacformazione.it e sulla pagina Facebook Associativa.

DISPOSIZIONI DELLE DIOCESI DEL VENETO SU ESEQUIE E MATRIMONI

Per evitare assembramenti di persone l’accesso a tutti i nostri spazi aperti al pubblico (chiese, oratori, patronati, musei ecc.) sarà possibile a condizione che a tutte le persone presenti, secondo il disposto dell’art. 2.1 lett. d, f, h, i, del Decreto venga garantita la possibilità di “rispettare la distanza tra loro di almeno un metro”.

Sono sospese le S. Messe esequiali; è consentita la benedizione della salma, in occasione della sepoltura, alla presenza dei soli familiari e alle condizioni di cui sopra (per evitare assembramenti).; le S. Messe esequiali potranno essere celebrate solo al superamento di questa fase critica.

La celebrazione di battesimi e matrimoni è consentita alla sola presenza di padrini / testimoni e dei familiari, alle condizioni di cui sopra (per evitare assembramenti).

Aggiornamento del 02.03.2020

DPCM DEL 1° MARZO - MISURE PER I PUBBLICI ESERCIZI E NEGOZI

Dal 2 marzo è in vigore il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri con ulteriori misure urgenti per contenere e gestire l'emergenza sanitaria determinata dal virus COVID-19 (il testo completo nel link a fondo pagina e maggiori informazioni in questo articolo).

Quanto disposto è efficace fino all’8 marzo prossimo.

Il DPCM detta alcune misure di contenimento che le attività commerciali e di pubblico esercizio devono rispettare.

SOSPENSIONE DEGLI EVENTI. E’ stabilita la sospensione di tutti eventi in luogo pubblico o privato, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico quali, a titolo di esempio, grandi eventi, cinema, teatri, discoteche. E’ interpretazione condivisa che il divieto comprenda anche gli eventi svolti all'interno delle diverse tipologie di attività, con significative aggregazioni e concentrazioni di persone, quali a puro titolo d’esempio, feste, dj set, concerti.

DROPLET. «Droplet» si può tradurre letteralmente con «gocciolina» e indica il criterio di tenersi alla giusta distanza affinché le «goccioline di saliva» che disperdiamo nell’aria - starnutendo e tossendo, ma anche soltanto parlando — non arrivino agli altri.

PUBBLICI ESERCIZI. Introducendo il “Droplet” come ulteriore  misura di sicurezza il DPCM stabilisce che, lo svolgimento delle attività di ristorazione, bar e pubva espletato per i soli posti a sedere del locale e che i clienti, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali, devono essere messi nelle condizioni di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro (droplet, appunto).

NEGOZI E ATTIVITA’ COMMERCIALI. Lo svolgimento delle attività commerciali è consentito con l’accesso contingentato o comunque idonee ad evitare assembramenti di persone, tenuto conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali, e in modo da consentire alle persone la possibilità di rispettare la distanza di almeno un metro da altre persone.

In tutti  i locali aperti al pubblico, devono essere messe a disposizione  degli  addetti, dei clienti e degli utenti e visitatori, soluzioni idroalcoliche  per il lavaggio delle mani (tipo Amuchina).

Inoltre, devono essere rispettate le misure di prevenzione igienico sanitarie precedentemente diramate, e cioè:      

a) lavarsi  spesso  le  mani;
b) evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono  di infezioni respiratorie acute;
c) non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
d) coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
e) non prendere farmaci antivirali e antibiotici,  a  meno  che siano prescritti dal medico;
f) pulire le superfici con disinfettanti  a  base  di  cloro  o alcol;
g) usare la mascherina solo se si sospetta di essere  malato  o si assiste persone malate.

Torna in alto

Servizi

Territorio

Categorie

  • Abbigliamento
  • Antiquari
  • Arredamento
  • Bar e pubblici esercizi
  • Calzature
  • Cartolibrerie
  • Distributori carburante
  • Elettrodomestici
  • Farmacie
  • Macellerie
  • Mobili
  • Oreficerie
  • Ortofrutta
  • Ottica
  • Panifici
  • Ristorazione

Eventi

Ascom Thiene

Sito