Lo shopping che verrà

Lo shopping che verrà

"Ti aspetto all’incontro formativo Ascom Thiene di mercoledì 18 ottobre 2017 per continuare il racconto sull’esigenza di una nuova forma di relazione con il consumatore che impone meccanismi di riconoscimento. Parleremo di “camerini intelligenti” e di come coinvolgere emotivamente il cliente per favorire l’acquisto. L’incontro è rivolto a tutti gli operatori del commercio che intendono migliorare la fidelizzazione della clientela."

Per aderire all'invito di Massimiliano Del Barba e partecipare al secondo incontro formativo, che si svolgerà in Sala Borsa mercoledì 18 ottobre alle ore 20.30, gli interessati sono pregati di contattare la sig.ra Michela Dalla Rovere di Ascom Thiene allo 0445/362570, entro e non oltre lunedì 16 ottobre. Ricordiamo che l'incontro è gratuito per gli associati Ascom Thiene in regola con la quota associativa 2017.

Dedichiamo a chi non avesse partecipato al primo incontro questo breve riassunto degli spunti più interessanti che il giornalista del Corriere della Sera e caporedattore del Corriere Informazione ha fornito martedì 3 ottobre al nutrito pubblico della Sala Borsa di Thiene.

Lo stato delle cose
Solo il 6,5% delle imprese italiane dispone di un proprio sito di e-commerce, mentre la media europea è del 17%. In Veneto la percentuale sale al 10,5%, come in Lombardia, ma è il Trentino Alto Adige a guidare la classifica con un ragguardevole 19,8%. Il totale delle vendite online sul volume complessivo degli acquisti fatti dagli italiani nel 2016 è stato del 5%. In Italia nel 2017 il valore degli acquisti online supererà i 23 miliardi di euro, con un incremento del 16% rispetto al 2016. 

Cosa vogliono i consumatori?
A livello globale il 53% di chi ha una connessione Internet ha fatto almeno un acquisto nel 2016. Il 40% degli americani compresi fra i 18 e i 34 anni vorrebbe acquistare tutto su Internet.

Cosa si acquista in Rete?
Guidano la classifica dei best seller online: telefonia, elettronica, cura della persona, articoli per il giardinaggio, alimentari, scarpe, abbigliamento, articoli per animali, premaman, casalinghi.

Vetrina, online o tutti e due?
La parola d'ordine è omnicanalità! L’e-commerce permette di arrivare velocemente ai consumatori, ma il negozio dà la possibilità di fare profitti. Sul web si fanno prezzi d’attacco per aggredire il mercato e la logistica ha un costo importante. Non è sbagliato prevedere che in un immediato futuro i negozi possano essere sfruttati per offrire a chi compra online, consentendo il ritiro o il reso nel negozio o essere usati come magazzini dai quali reperire più velocemente la merce ordinata online.

Tre esempi di successo nell'innovazione

Gialdini
Lo storico negozio di articoli sportivi in provincia di Brescia, da semplice rivenditore di attrezzatura outdoor, si è trasformato in un punto di riferimento locale per alpinisti, runner, scalatori e sciatori organizzando corsi ed escursioni. I suoi prezzi non possono fare concorrenza a quelli delle grandi catene, ma il negozio offre più competenza, qualità e... coinvolgimento!

Miscusi
Due ventottenni aprono a marzo 2017 a Milano il primo fastfood della pasta fresca: Miscusi. Oggi raccolgono un milione di euro e inaugurano il secondo locale.

La malga in città
Negozio a Brescia che ha successo perché i titolari, Bruno e Marzia, raccontano come nascono i formaggi che propongono. 

Ultima modifica ilGiovedì, 12 Ottobre 2017 11:16
Torna in alto

Servizi

Territorio

Categorie

  • Abbigliamento
  • Antiquari
  • Arredamento
  • Bar e pubblici esercizi
  • Calzature
  • Cartolibrerie
  • Distributori carburante
  • Elettrodomestici
  • Farmacie
  • Macellerie
  • Mobili
  • Oreficerie
  • Ortofrutta
  • Ottica
  • Panifici
  • Ristorazione

Eventi

Ascom Thiene

Sito

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookie, in alcuni casi trasmessi anche da terze parti (Facebook, Pinterest, Google). Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.